• Teodoro Aragona

Polipi nasali: il polipo antro-coanale

I polipi sono una delle cause di difficoltà respiratoria nasale, diagnosticati mediante un'esame endoscopico nasale. I polipi nasali possono essere di diversa tipologia in base natura istologica ed alla sede di origine. Nell'ambito delle varie formazioni polipoidi troviamo il polipo antro-coanale.


Tale formazione origina nel seno mascellare, uno dei seni paranasali presenti nello scheletro facciale, e crescendo invade dapprima la fossa nasale, successivamente può raggiungere il rinofaringe (la parte più alta del faringe posto posterioremente alle fosse nasali), talvolta anche l'orofaringe rendendosi visibile dalla bocca.


I sintomi che spesso determina sono difficoltà respiratoria nasale e rinorrea (perdita di muco dal naso, rinosinusiti ricorrenti),


Questa tipologia di polipi hanno una eziologia ancora discussa, sono per la maggior parte monolaterali e la diagnosi viene posta dopo un'accurata anamnesi, un'esame endoscopico nasale ed una TC del massiccio-facciale senza mdc.


L'esame endoscopico viene condotto in ambulatorio, solitamente non necessita di anestesia locale, in quanto ben tollerato dal paziente e permette l'identificazione di una neoformazione translucida, grigiastra, che dagli osti del seno mascellare si porta nel meato medio, poi nella fossa nasale con crescita verso il rinofaringe.



Successivamente viene effettuato un esame TC del massiccio facciale che fornisce ulteriori elementi ai fini diagnostici e per un'adeguata programmazione chirurgica.

Questa tipologia di polipi necessitano di una terapia chirurgica endoscopia transnasale. Tale chirurgia permette, attraverso l'introduzione di un ottica e di microstrumenti attraverso le narici di asportare il polipo sia nella sua componente endonasale, ma soprattutto nella componente all'interno del seno mascellare.


Risulta fondamentale, infatti, individuare la base d'impianto del polipo all'interno del seno mascellare per una corretta ed efficace asportazione per ridurre la possibilità di recidive.

L'intervento può essere eseguito senza la necessità di posizionamento di tamponi nasale, per via della mininvasività della procedura.








Post recenti

Mostra tutti